Alcuni consigli se il cane non torna al richiamo

Una delle cose più importanti per avere una relazione con un cane felice e gestibile è insegnare il comando del richiamo. Avere un cane e non lasciarlo mai libero (quando è possibile e le condizioni sono favorevoli) per il timore che non torni più, oltre ad essere egoistico, è deleterio per la sua psiche, la sua crescita e il vostro rapporto.
La libertà dal guinzaglio offre autonomia, problem solving, possibilità di esplorare, annusare liberamente, socializzare in modo più sicuro (sempre che anche l’altro cane sia libero).
Il risultato è un cane equilibrato, felice e un proprietario che ha più fiducia nel suo migliore amico ed in se stesso.

Ma prima di arrivare a questo obiettivo, bisogna insegnare in modo adeguato il comando del richiamo.

vita-da-cane-richiamo-4

Consiglio vivamente di farsi seguire sempre da un bravo educatore o addestratore che imposterà alcune regole che dovreste seguire sempre, per esempio sull’utilizzo dei premi (dati quasi sempre nel modo sbagliato), l’utilizzo del tono della voce etc…

Se hai un cucciolo, sarà molto più semplice e veloce. Se hai un cane adulto, il percorso non sarà sempre semplice, nè veloce, ma con un bravo addestratore si può migliorare notevolmente.

L’essenza di un buon richiamo sta nel creare una situazione in cui il cane, sente il bisogno di esserti accanto più di ogni altra cosa al mondo.

Se punisci il tuo cane, dopo che è arrivato a seguito di mille richiami, avrai ridotto il suo desiderio di stare accanto a te, peggiorando sempre di più il vostro rapporto.

Quindi, che cosa si dovrebbe fare?

Cosa fare quando il tuo cane ti ignora


Ci sono tre azioni che è necessario eseguire.

  • Recupero
  • Gestione
  • Formazione

La prima azione è quella di recuperare il cane. La seconda è quella di prendere misure per garantire che non gli venga più data la possibilità di ignorarti. La terza azione è quella di insegnare al tuo cane di ricordare il comando.

Recupero del cane


La strategia migliore è semplicemente quella di fare un sacco di rumore (per attirare la sua attenzione), e senza fermarsi, fuggire nella direzione opposta. Più veloce che puoi. La maggior parte dei cani non può resistere alla tentazione di inseguirti.

vita-da-cane-richiamo-2

Se il tuo cane sta correndo e giocando con un altro cane e ignora completamente i tuoi richiami, urla e fischi, vai semplicemente a prenderlo senza essere aggressivo, cammina tranquillamente, legalo, allontanati e premialo.

Ovviamente, se non vuoi che questa situazione sia la normalità è necessario pianificare un po’ di formazione per imparare a gestire meglio il tuo cane in situazioni magari anche pericolose per la sua incolumità.

Gestione del proprio cane


Ci sono due aspetti nella gestione del cane che non è (efficacemente) addestrato al richiamo.

Il primo aspetto è quello di smettere di chiamare il cane.

Il secondo aspetto è quello di impedirgli di scappare.

Smettere di chiamarlo

Ogni volta che chiami il tuo cane e lui non torna, si sta danneggiando il comando di richiamo. Se questo accade più volte, il comando di richiamo diventerà inutile.

Impedirgli di scappare

Il modo migliore per gestire il tuo cane in luoghi pubblici, fino a quando non è addestrato, è utilizzare un guinzaglio lungo. Il cane deve essere libero di annusare ed esplorare, quando si avvicina a te in modo naturale premialo.

Insegnare il comando di ritorno


Il trucco è quello di aumentare il livello di difficoltà in più fasi, senza regalare premi fino a che non risponde in modo positivo ad una determinata situazione.

Sarà necessario usare ricompense generose ogni volta che fate cose più difficili, diminuendole quando il cane le ha imparate, crescendo nuovamente quando si introduce un nuovo livello di difficoltà.

Non ti preoccupare, non dovrai uscire per sempre con le tasche piene di premi, quando il cane sarà più competente, i premi potranno essere ridotti o eliminati.

 

Articolo tratto da thelabradorsite

banner_comunicare-con-il-cane

SCRIVI UN COMMENTO DA FACEBOOK